Sports

Tutti vogliono Enzo Fernandez, ma lui sogna prima la Libertadores con il River Plate. Il Milan sullo sfondo | Mercato


Tutti vogliono Enzo Fernández, la nuova promessa del calcio argentino. Il centrocampista del River Plate, classe 2001, piace molto al Milan che però rischia di scontare il ritardo con cui la macchina del calciomercato rossonera si sta mettendo in moto. Interessa parecchio ai Wolverhampton Wanderers, la società nell’orbita del super-agente portoghese Jorge Mendes che in queste ore viene data come favorita per acquisirne i diritti. E piace al Benfica, che fra i club europei si è mosso prima di tutti e ha portato molto avanti il livello delle negoziazioni, ma adesso rischia di essere bruciato dalla concorrenza di società appartenenti a campionati più ricchi. E proprio dal fronte portoghese giungono delle indicazioni a proposito di un’altra prospettiva e dell’interrogativo che ne viene generato: dato per acquisito che in molti vogliono Enzo Fernández, lui cosa vuole?

Stando a quanto riferito nei giorni scorso dal quotidiano portoghese A Bola, il ragazzo tiene fortemente al trasferimento nel calcio europeo, ma prima vuol provare a vincere la Copa Libertadores col River. Oltre a esserne un tesserato, Fernández è un grande tifoso del club e ci tiene a lasciare un segno così importante nella storia del River. Prospettiva ambiziosa e densa di sentimento, che però si presenta problematica per i club europei. Perché la massima manifestazione sudamericana per club si concluderà il 29 ottobre. E certo il cammino del River potrebbe anche arrestarsi il prossimo 7 luglio, data in cui si giocherà il ritorno degli ottavi di finale contro il Velez Sarsfield. Ma se invece la squadra di Marcelo Gallardo dovesse arrivare fino in fondo?

In quel caso, tenendo conto anche dell’interruzione fra novembre e dicembre per la fase finale dei mondiali in Qatar, il calciatore sarebbe disponibile soltanto da gennaio. Una prospettiva che non tutti i club accetterebbero e che probabilmente lo stesso giocatore dovrebbe rassegnarsi a mettere da parte. Dal canto suo, secondo quanto riferisce A Bola, il Benfica starebbe facendo leva proprio su questo elemento per vincere la concorrenza dei club più ricchi. Dunque aprirebbe alla possibilità di lasciare il ragazzo in Argentina fino a che il River sarà in corsa per la Libertadores. E contando, ovviamente, sul fatto che questa corsa non vada fino in fondo. Insomma, la partita per acquisire il talento argentino è aperta. E portarlo in Europa potrebbe essere non soltanto una questione di forza economica.





Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published.