News

MotoGp in pista a Portimao, primo guizzo di Marquez – Moto


La Honda torna in gran forma in coincidenza con l’approdo del Motomondiale in Europa, che però ha riservato ai campioni delle due ruote un’accoglienza poco calorosa, con vento e pioggia. E proprio le condizioni un po’ al limite nelle due sessioni di libere del venerdì vedono svettare Marc Marquez, il pluricampione del mondo che chiude col primo posto nella classifica combinata dei tempi, davanti al compagno di squadra Pol Espargaro, autore del miglior tempo nel pomeriggio e unico a migliorarsi rispetto alla mattinata. Nel complesso, sono ben poche le indicazioni emerse dal lavoro odierno e la Fp3 di domattina, quando si dovrebbe girare sull’asciutto, sarà quindi più importante del solito. Molte le cadute nel corso della seconda sessione, con i piloti che si fanno through through più prudenti vedendo i rischi corsi da Francesco Bagnaia, Johann Zarco e soprattutto Marco Bezzecchi, disarcionato in malo modo dalla sua Ducati che lo ha portato coimunque al quarto tempo complessivo. Le Rosse di Borgo Panigale faticano un po’ a tenere il ritmo indiavolato della Honda e alla tremendous anche Joan Mir, terzo con la Suzuki, le precede. Meno in palla le Aprilia, ma anche in questo caso sarà da vedere quel che accade domani. Piuttosto male le Yamaha, molto indietro sia con Franco Morbidelli sia con Fabio Quartararo, che pregano per una Fp3 asciutta per puntare direttamente alla Q2. Intanto a sorridere è Marquez, contento di aver trovato subito “un buon feeling” con la sua moto e convinto di poter fare bene anche nel resto del tremendous settimana. “Fisicamente sto molto bene – ha detto il campione – ma mi rendo conto di essere un Marc Marquez diverso, devo gestire ogni week end bene per essere al massimo la domenica. Qui sul bagnato ho capito che devo cambiare il mio modo di guidare e il team mi sta aiutando in questo proprio per essere più comodo”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA