Sports

Mercato no stop – Indiscrezioni, trattative e retroscena del 10 giugno


Il punto su tutte le news di calciomercato della giornata appena andata agli archivi. Tra indiscrezioni, trattative e retroscena ecco le notizie più importanti.

INTER-DYBALA, CI SIAMO. INTANTO AUSILIO VOLA A LONDRA. POGBA TRA LE VOCI SUL PSG E L’ACCORDO CON LA JUVENTUS. IL MILAN COMINCIA A TRATTARE I RINNOVI DI MALDINI E MASSARA. NAPOLI, REBUS KOULIBALY E POLITANO VUOLE ANDAR VIA. DALLA SPAGNA LANCIANO: ROMA SU BALE. GRILLITSCH VERSO LA FIORENTINA, LAZIO E LA PRIORITA’ CARNESECCHI. ARSENAL SU SIMEONE, IL PSG NON MOLLA SCAMACCA.

L’Inter e Paulo Dybala sono sempre più vicini. Secondo quanto raccolto dalla redazione di TMW l’affare è in dirittura d’arrivo e i nerazzurri contano di chiudere l’operazione entro il 20 giugno, con l’annuncio atteso al massimo per il giorno dopo. Le parti adesso sono vicinissime, dopo l’incontro chiave di martedì, con la Joya che firmerà un triennale. Piero Ausilio intanto è a Londra, ma non per Romelu Lukaku. Sky fa sapere che il direttore sportivo dell’Inter è stato segnalato nella capitale inglese per alcuni appuntamenti di mercato, con club e agenti. Ma nessuno di questi, già fissati, sarà per discutere del futuro dell’attaccante del Chelsea. Nessun contatto tra i club, è il belga stesso ad affrontare il tema con la nuova proprietà dei Blues. Fronte Milan Skriniar. Il PSG è pronto a darvi l’assalto, secondo la Gazzetta dello Sport. Nelle ultime ore per il quotidiano sarebbe arrivata in Viale della Liberazione una proposta da 50 milioni di euro dei francesi per il suo cartellino. Una cifra che per il momento non smuove l’Inter, con società e allenatore che vogliono trattenere il giocatore a Milano ancora per tanti anni. Per questo, almeno per far vacillare le proprie convinzioni, servirebbe una proposta ben superiore, che magari rasenti i 70 milioni di euro. A quel punto alcune considerazioni andrebbero fatte, inevitabilmente.

Paul Pogba, secondo quanto raccontato dai colleghi francesi di RMC Sport, avrebbe messo in stand-by la Juventus per seguire l’evolversi di una eventuale trattativa tra il PSG e Zinedine Zidane. Ma, scrive ‘Gazzetta.it’, il club bianconero rimane sereno, forte di un accordo già raggiunto con il centrocampista francese. La firma non è ancora arrivata – si legge – perché il giocatore in questi giorni è impegnato su più fronti: vacanze, recupero dall’infortunio muscolare a un polpaccio e anche una docuserie. Le big del calcio europeo si muovono per Matthijs de Ligt. E inevitabilmente spaventano la Juventus che nel frattempo sta trattando già da qualche settimana il rinnovo del contratto del difensore e che sin dall’addio di Chiellini ha messo l’olandese al centro del nuovo progetto tecnico. E si riparte da lì: nelle prossime settimane andrà in scena un nuovo contatto con l’avvocato Rafaela Pimenta, nel quale si discuterà della proposta di prolungamento fino al 2026 con abbassamento della clausola da 120 milioni di euro. Intanto come detto inizia a muoversi qualcosa intorno a De Ligt. Il Chelsea è l’insidia più forte, per il Corriere dello Sport. Ma in gioco ci sono pure il Liverpool di Klopp ed il Manchester United di Ten Hag che non giocherà la Champions ma che ha nell’allenatore olandese una carta facilmente spendibile col difensore. Le insidie però non si fermano qui: il PSG cerca un centrale di alto livello e se non dovesse andare in porto l’assalto a Skriniar ecco che De Ligt potrebbe diventare un’idea. Sullo sfondo anche il Barcellona, club che segue da anni l’olandese ma che al momento non ha margini finanziari di manovra per un’operazione del genere.

Nella giornata di giovedì sono partiti i primi colloqui tra la nuova proprietà del Milan e Maldini e Massara per il rinnovo di contratto dei due dirigenti, attualmente in scadenza a giugno. Le firme non ci sono ancora ma c’è ottimismo, anche perché perdere i due manager in pieno calciomercato e nel momento in cui viene allestita la squadra del prossimo anno, sarebbe un autogol pesantissimo per tutti. A riportarlo è Il Corriere della Sera. Tomori non ascolterà proposte di altri club. I segnali che arrivano dal difensore del Milan, il cui contratto da 2 milioni a stagione scadrà nel 2025, sono decisamente incoraggianti: una trattativa vera e propria per discutere il rinnovo del centrale ex Chelsea non è ancora decollata, ma una cosa è sicura, e cioè che l’inglese vede solo rossonero. Proprio per questo – sottolinea La Gazzetta dello Sport – il mandato trasferito ai suoi rappresentanti è di dialogare esclusivamente con il Milan, ignorando eventuali sirene di altre squadre: più di un’apertura, per un calciatore il cui valore attuale si attesta intorno ai 45-50 milioni.

Uno dei nomi più caldi del mercato appena iniziato è quello di Kalidou Koulibaly, giocatore in scadenza nel 2023 con il Napoli e che al momento non ha l’accordo per il rinnovo. De Laurentiis gli ha proposto un’intesa al ribasso, da 6 a 4 milioni di euro. Il rischio che possa andarsene a parametro zero c’è, a meno che qualcuno non paghi i 40 milioni richiesti dagli azzurri per lasciarlo partire. Xavi e il Barcellona lo apprezzano ma hanno problemi di liquidità. Il Chelsea del nuovo proprietario Boehly gli ha fatto arrivare all’orecchio una proposta da 10 milioni a stagione, ma anche i Blues dovrebbero trovare comunque un accordo economico col Napoli. Poi c’è il PSG, col nuovo ds Campos che lo riporterebbe volentieri in Francia e che ha un budget iniziale di 80 milioni di euro al netto delle potenziali cessioni estive. A riportarlo è La Gazzetta dello Sport. Un altro che potrebbe andar via è Matteo Politano. Ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli, l’agente dell’ex Inter, Mario Giuffredi, ha parlato della situazione relativa al suo assistito, in vista del mercato: “Dalla gara con la Fiorentina in casa è venuto a mancare il rapporto col suo allenatore. Ha avuto queste sensazioni e ne ha parlato con Spalletti. Se esce qualche situazione che il calciatore possa gradire verranno prese le giuste considerazioni. La cessione è la soluzione B, vorrebbe accasarsi altrove perché non sente la fiducia di Spalletti.

La Roma ha avviato i contatti con il Sassuolo per Davide Frattesi, giocatore che a Trigoria tornerebbe di corsa dopo esserci cresciuto. Tiago Pinto potrebbe convincere i neroverdi investendo una cifra vicina ai 15 milioni di euro, considerando lo “sconto” del 30% previsto dall’accordo sulla futura rivendita stipulato con il Sassuolo quando il giocatore venne ceduto. A riportarlo è Il Corriere dello Sport. José Mourinho tenta il colpo grosso e l’ingaggio di Gareth Bale. Almeno è questa l’intenzione del tecnico della Roma secondo il quotidiano spagnolo El Nacional che svela l’intenzione del tecnico di ritrovare l’esterno dopo l’esperienza di qualche mese insieme al Tottenham. Mourinho avrebbe anche chiamato Bale – con cui ha condiviso l’esperienza al Tottenham – per convincerlo a provare una nuova avventura in Italia. L’attaccante gallese ha terminato il suo contratto con il Real Madrid e adesso è alla ricerca di un nuovo club. Diverse squadre spagnole sono interessate, ma lo Special One starebbe provando a portarlo a Trigoria per avere un rinforzo di qualità nel reparto offensivo.

Il nome di Carnesecchi è da tempo in pole agli obiettivi di mercato della Lazio. Martedì, gli ultimi contatti con l’Atalanta verso la svolta per la cessione del portiere al club biancoceleste. Chiaro che i tempi di recupero siano alla base delle attuali riflessioni della Lazio. La visita di oggi farà capire se l’entità dell’infortunio è tale da richiedere anche il ricorso all’intervento chirurgico. La realtà di base è che la Lazio tra i vari ostacoli sopraggiunti vuol continuare a credere nella soluzione Carnesecchi. È il primo nome indicato da Sarri per sostituire tra i pali Strakosha che, a fine contratto, ha salutato la Lazio. Oggi, si potrà fare un prima previsione, comunque di massima, su quando il portiere potrà tornare in campo. E quest’ultimo aspetto potrebbe diventare condizionante nella decisione finale del club di Lotito. Ad ogni modo – conclude La Gazzetta dello Sport – nelle ultime ore uno sguardo altrove per cautelarsi è stato lanciato. In particolare, sono ripartite le attenzioni per Guglielmo Vicario, già sondato nei mesi scorsi. Lucas Leiva è sempre più vicino al ritorno al Gremio. Come raccolto da TMW, in queste ore il centrocampista in scadenza di contratto con la Lazio ha raggiunto un accordo verbale con l’Imortal Tricolor per volare in Brasile a parametro zero dal prossimo 1° luglio. L’ex Liverpool, oggi 35enne, dovrebbe firmare un contratto fino a fine 2023 con uno stipendio intorno al milione di euro a stagione. Nonostante le varie offerte ricevute da Brasile, Cina e Stati Uniti, la volontà del calciatore è stata fin dall’inizio quella di vestire di nuovo la maglia del club che l’ha formato e fatto esordire fra i professionisti ormai 17 anni fa. Manca ancora qualche dettaglio da sistemare, poi Lucas Leiva tornerà ufficialmente al Gremio.

Sembra sempre più vicina la chiusura della trattativa per portare il centrocampista Florian Grillitsch a costo zero alla Fiorentina. In queste ore il suo procuratore, Kristian Bereit si trova a Firenze e tutto fa pensare che la spinta decisiva sia dietro l’angolo. La Fiorentina si muove con decisione anche per sistemare la fascia destra. Dopo le difficoltà per la conferma di Odriozola, tornato al Real Madrid dopo il prestito secco di questa stagione, e quelle relative alle richieste dello Shakhtar per Dodo, ovvero non meno di 15 milioni di euro, ecco che il nome più caldo è diventato il francese Leo Dubois. L’esterno del Lione sarebbe perfetto per le caratteristiche tecniche, anche per abituarsi velocemente al calcio italiano. Per questo il club viola sta provando ad accelerare per ottenere il sì del giocatore e trattare con i francesi. A riportarlo è La Gazzetta dello Sport. Tra le grandi occasioni del mercato dei parametri zero c’è senza dubbio Luis Suarez. A fine giugno l’attaccante uruguayano si svincolerà dall’Atletico Madrid e le pretendenti non mancano, in Europa e non solo. Tra queste era stata segnalata proprio la Fiorentina, che però non sarebbe l’unica realtà interessata a lui. Come riporta ESPN Argentina, infatti, pure l’Atalanta si è fatta avanti per la punta classe ’87. Su Suarez si è mosso anche il River Plate ma la sensazione, spiega l’emittente, è che il giocatore preferisca rimanere in Europa così da potersi preparare al meglio per Qatar 2022. In Europa altri ammiratori sono Siviglia e Real Sociedad.

Per Gianluca Scamacca il Paris Saint-Germain fa sul serio. L’offerta emersa negli scorsi giorni è concreta sul tavolo del giocatore del Sassuolo: l’incontro dello scorso lunedì a Milano con un emissario del club parigino ha portato al centravanti una proposta da 2,5 milioni a stagione a fronte degli 800mila euro attualmente percepiti. Da parte di Scamacca c’è chiaramente l’apertura a una destinazione così prestigiosa con il Paris Saint-Germain che, però, dovrebbe prima risolvere la questione relativa al futuro di Mauro Icardi: l’argentino non è considerato incedibile dal club parigino ma per adesso non sono arrivate proposte ufficiali all’ex ds Leonardo o al nuovo uomo mercato Campos. Lo Spezia potrà fare regolarmente mercato nel corso della prossima estate. L’avvocato del club Antonio Ringozzi è riuscito nell’intento di convincere il TAS a dimezzare le sessioni di ban che passano dunque da 4 a 2 di cui una già scontata nel mese di gennaio. Quella di questa estate verrà “congelata” e dovrà essere scontata solo nel caso in cui venisse ancora contestato qualcosa al club. Lo Spezia dunque potrà tornare regolarmente ad effettuare transazioni anche in entrata dopo il blocco dello scorso inverno. L’Arsenal piomba su Giovanni Simeone. Come raccolto da TMW, nelle ultime ore i Gunners si sono inseriti nella corsa al Cholito. L’attaccante argentino nei prossimi giorni dovrebbe essere riscattato dall’Hellas Verona per poco più di 10 milioni di euro (che andranno nelle casse del Cagliari) per essere poi rivenduto al miglior offerente. Sull’ex Genoa e Fiorentina c’è da giorni anche la Juventus, che ha preso informazioni dettagliate per affiancarlo eventualmente a Dusan Vlahovic nel reparto avanzato di Allegri, ma la concorrenza non manca fra Spagna e Germania. Il primo step in ogni caso sarà il riscatto da parte dei gialloblù, dopodiché Simeone spiccherà il volo verso una big italiana o estera con un esborso previsto intorno ai 20 milioni di euro.

Il neo promosso Monza promette scintille sul prossimo mercato estivo. E secondo il Corriere dello Sport particolarmente attivo, per i brianzoli, potrebbe essere l’asse con l’Inter: con la promozione in Serie A è scattato l’obbligo di riscatto per Di Gregorio a 4 milioni. Ma il Monza sta seguendo da vicino anche tanti altri giocatori nerazzurri: Pirola vanta un diritto di riscatto da 7 milioni, facile che a 5 si possa chiudere. Ci sono poi in ballo i profili di Andrea Pinamonti e Stefano Sensi: l’attaccante è valutato 20 milioni di euro, il centrocampista circa 12. Per un totale, contando i 4 cartellini, di appunto circa 40 milioni di euro. Non solo il Torino sulle tracce di Joao Pedro. Secondo quanto raccolto dalla redazione di TMW c’è infatti stato un primo incontro esplorativo tra il Monza e il Cagliari per il brasiliano e anche se ancora non è partita una vera e propria trattativa l’affare potrebbe decollare nel corso dei prossimi giorni.

PSG, ARRIVA ZIDANE? L’ENTOURAGE SMENTISCE. INTANTO E’ UFFICIALE IL NUOVO DS CAMPOS. PIRLO FIRMA COL FATIH KARAGUMRUK, PAULO SOUSA ESONERATO DAL FLAMENGO. LIVERPOOOL, E’ FATTA PER NUNEZ. MANCHESTER CITY E CHELSEA ANNUNCIANO TANTI ADDII.

Secondo il collega di RMC Sport, Daniel Riolo, Zinedine Zidane sarà il nuovo allenatore del Paris Saint-Germain. Nonostante la volontà dell’ex tecnico del Real Madrid fosse quella di raccogliere il testimone di Didier Deschamps e divenire commissario tecnico della nazionale francese, il giornalista ha evidenziato che l’opera di convincimento da parte della proprietà nei confronti di Zizou alla fine abbia funzionato. Intanto, nelle ultime ore, Mauricio Pochettino attraverso alcune Instagram stories ha deciso di postare nuovamente delle immagini che lo immortalano festante con la Ligue 1 appena conquistata. Quasi una sorta di album dei ricordi che fa pensare a un possibile addio. Alain Migliaccio, consigliere storico di Zinedine Zidane, ha parlato a L’Equipe circa il futuro del tecnico, che sembra più vicino che mai al Paris Saint-Germain. Smentendo con forza il suo trasferimento al “Parco dei Principi”: “Tutte voci infondate. A oggi sono l’unica persona ammessa a rappresentare e consigliare Zinedine Zidane e né lui né io siamo stati contattati direttamente dal Paris Saint-Germain”. E ancora: “Dubito che Sua Maestà, l’emiro del Qatar, lo sceicco Tamin Bin Hamad Al Thani, passi attraverso i social network per gestire i suoi affari. Non sono nemmeno sicuro che sia davvero interessato all’arrivo di Zinedine Zidane”. In giornata intanto è stato ufficializzato Luis Campos nei quadri dirigenziali. La notizia era nell’aria da qualche giorno e ora è arrivata anche l’ufficialità: Luis Campos sarà il nuovo responsabile dell’area sportiva del Paris Saint-Germain. L’ex Monaco raccoglie l’eredità di Leonardo ed è pronto a dare vita ad un progetto 2.0 in casa parigina, con la Champions League come obiettivo primario.

Manca solo l’annuncio ufficiale, ma ormai Andrea Pirlo può considerarsi il nuovo allenatore del Fatih Karagumruk. 43 anni, l’ex tecnico della Juventus riparte dopo un anno di stop e troverà in rosa alcuni elementi noti al calcio italiano, come i connazionali Emiliano Viviano, Davide Biraschi e Fabio Borini. È stato trovato l’accordo per un contratto annuale. Paulo Sousa non è più l’allenatore del Flamengo. Fatale il ko nell’ultimo turno di campionato contro il Bragantino per portoghese. Arrivato lo scorso 25 dicembre e presentato il 10 gennaio, Paulo Sousa ha deluso le aspettative e la squadra occupa dopo 10 giornate solamente il 14° posto in classifica. Restando in tema allenatori, Andrea Agostinelli, ex calciatore fra le altre di Lazio, Napoli e Atalanta, è il nuovo allenatore del Gudja FC. A comunicarlo è lo stesso club di prima divisione maltese, che annuncia sui propri canali ufficiali di aver affidato la panchina al tecnico italiano. Contratto di un anno con opzione per un’altra stagione.

Darwin Nunez al Liverpool è un affare fatto. Lo scrive dal Portogallo SicNoticias, che spiega come l’attaccante uruguaiano sia pronto a firmare con i Reds, con cui aveva raggiunto negli scorsi giorni un accordo per un quinquennale da sei milioni l’anno. Nunez avrebbe già comunicato la sua decisione alla famiglia e agli amici e per il suo trasferimento in Inghilterra si attenderebbe solo l’ultimo ok del Benfica all’offerta presentata dal Liverpool, che soddisferebbe le richieste dei portoghesi. Bruciata la concorrenza del Manchester United, l’uruguaiano raggiunge Liverpool e può dar via ad un valzer delle punte, sbloccando il passaggio di Sadio Mané al Bayern Monaco e quello di Robert Lewandowski dai bavaresi al Barcellona. In attesa del grande colpo in attacco, con la pista Gabriel Jesus sempre valida, l’Arsenal piazza un nuovo acquisto per il suo reparto avanzato e si aggiudicato il giovane Marquinhos, attaccante di 19 anni acquistato per circa 3 milioni dal San Paulo. L’annuncio dovrebbe arrivare nei prossimi giorni, con il giovane attaccante che verrà valutato in pre season, dove si deciderà se mandarlo in prestito a giocare o tenerlo a Londra. Lo riporta The Guardian.

Dopo Antonio Rudiger, che ha firmato con il Real Madrid comunicando l’addio al Chelsea nelle scorse settimane, i Blues hanno annunciato poco fa altri quattro addii di giocatori che non rinnoveranno il proprio contratto. Si tratta di Andreas Christensen, che ha pronto un contratto con il Barcellona, dell’ex campione d’Inghilterra con il Leicester Danny Drinkwater e di Charlie Musonda e il giovane Jake Clarke-Salter. Dopo gli addii consumati negli scorsi giorni di Juan Mata, Paul Pogba e Jesse Lingard, il Manchester United ha comunicato poco fa l’imminente partenza anche di Edinson Cavani e Nemanja Matic, oltre che di Lee Grant. In scadenza di contratto, i giocatori non rinnoveranno con i Red Devils e dal primo luglio saranno svincolati e liberi di accordarsi a zero con altre squadre. Sono cinque i giocatori che lasceranno il Manchester City a fine mese, in scadenza di contratto. Dopo l’ex Udinese Jayden Braaf, che ha già raggiunto un accordo con il Borussia Dortmund, lasciano i citizens anche i giovani Aminu, McDonald e Oduroh, oltre al capitano Fernandinho, che aveva già annunciato la sua volontà di chiudere la sua parentesi al City diversi mesi fa.





Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published.