Politics

La Corte Costituzionale ha stabilito che è illegittimo dare automaticamente ai figli il cognome del padre


Mercoledì la Corte Costituzionale ha deciso che è costituzionalmente illegittima le norme che impongono di dare automaticamente ai figli il cognome del padre. Lo ha annunciato l’ufficio stampa della Corte Costituzionale: la sentenza verrà depositata nelle prossime settimane. Le nuove regole si applicheranno ai figli nati nel matrimonio, fuori dal matrimonio e ai figli adottivi.

La Corte Costituzionale, nello specifico, si è concentrata su due norme: quella che non consente ai genitori, pur di comune accordo, di attribuire ai propri figli il solo cognome della madre, e quella che impone automaticamente il solo cognome del padre in caso di disaccordo fra i genitori anziché quello di entrambi, giudicata dalla Corte «discriminatoria e lesiva dell’identità del figlio».

Per capire cosa significherà questo nel concreto bisognerà attendere la sentenza completa ed eventuali sue interpretazioni. Repubblica, per esempio, ipotizza che la sentenza di oggi faccia cadere «l’articolo 262 del codice civile, che detta le regole per il cognome da assegnare al figlio nato fuori del matrimonio».

Nel frattempo la Corte scrive che per by way of di questa sentenza ai figli verrà automaticamente attribuito il cognome di entrambi i genitori, salvo accordi con cui i genitori decidano di dare ai propri figli solo il cognome del padre o solo quello della madre.

– Leggi anche: La questione del cognome materno



Source hyperlink

Leave a Reply

Your email address will not be published.