Sports

+4 punti rispetto alle stesse gare dell’andata. Riscattate le sconfitte più cocenti


Con la vittoria sul Venezia la Fiorentina ha incrementato la crescita rispetto all’andata. Per la prima volta un girone ‘asimmetrico’ tra andata e ritorno

Prima l’Empoli, poi il Venezia. Nel giro di due settimane la Fiorentina ha riscattato le due sconfitte più cocenti del girone di andata. Chiedere a mister Italiano e ai suoi ragazzi quanto pesassero quei due ko al Castellani e al Penzo, nell’economia di una stagione fin qui esaltante. Nel mezzo, sì, anche il grandioso 3-2 al Maradona e pure l’1-1 di San Siro. Insomma, uno dash che nelle ultime settimane ha permesso ai viola di migliorare il rendimento delle gare di andata.

CRESCITA. La Fiorentina ha chiuso il girone di andata a 32 punti, di cui 21 nelle prime 14 giornate di campionato. In questo girone di ritorno, dopo 14 giornate (ma 13 partite giocate, visto che c’è da recuperare la gara con l’Udinese), i punti sono 24, già 3 in più. Ma il paragone più credibile, visto che per la prima volta in Serie A c’è un girone ‘asimmetrico’ tra andata e ritorno, è sulle stesse avversarie affrontate dalla Fiorentina: tra Torino, Genoa, Cagliari, Lazio, Spezia, Atalanta, Sassuolo, Verona, Bologna, Inter, Empoli, Napoli e Venezia, appunto, i viola hanno messo insieme 24 punti nel girone di ritorno. Contro le stesse squadre, all’andata, la Fiorentina fece invece 20 punti. Insomma, un bilancio realistico di +4 punti, advert oggi.

RISCOSSA. Se contro Torino, Cagliari e Sassuolo la squadra di Italiano aveva raccolto più all’andata, nelle ultime quattro partite contro Inter, Empoli, Napoli e Venezia è arrivata una vera e propria riscossa. Non solo, appunto, perché la Fiorentina si è presa la meritata rivincita contro le formazioni di Andreazzoli e Zanetti, ma anche per aver fatto un’ottima figura anche contro Inzaghi e Spalletti, che all’andata erano passati al Franchi nonostante due ottimi primi tempi dei viola.

RUSH FINALE. Ci sono ancora sei partite da giocare in questa Serie A per la Fiorentina: Salernitana, Udinese, Milan, Roma, Sampdoria e Juventus. Un calendario certo non semplice, ma la possibilità di poter migliorare i 32 punti del girone di andata è reale, visto il pattern dell’ultimo periodo. Nella prima parte di campionato contro queste avversarie la Fiorentina conquistò ben 12 punti: eguagliare questo bilancio vorrebbe dire chiudere in classifica a 68 punti. Una quota che con ogni probabilità assicurerebbe un piazzamento in Europa. Missione difficile, ma non impossibile.



Source hyperlink

Leave a Reply

Your email address will not be published.